Adozioni a distanza

L’associazione Sidare conta più di cento bambini sostenuti a distanza attraverso il progetto dell’adozione. L’adozione a distanza è stata definita dai più come un atto di solidarietà priva di forme di assistenzialismo. Con essa il benefattore desidera affiancare nello studio e nella formazione professionale un bambino che vive in uno dei paesi piu’ poveri del mondo per favorirne lo sviluppo integrale all’interno dell’ambiente e della cultura locali. La particolarita’ dell’adozione a distanza e’ proprio questa: il minore viene sostenuto con un contributo economico da parte del donatore senza essere sradicato dal proprio contesto familiare, sociale, culturale. Il termine “adozione” e’ ovviamente usato in senso traslato, in quanto non comporta l’elezione del minore in figlio proprio, mentre la parola a “distanza” sta a significare che il gesto di solidarieta’ viene portato direttamente nel Paese in cui vive il bambino.

“E’ un gesto fraterno, una mano tesa a distanza, un atto d’amore, una piccola goccia d’acqua, ma tante gocce d’acqua insieme formano un’oceano.”

Abbiamo ideato una forma di adozione per le scuole “Una classe adotta un bambino” dove l’adozione consiste nella donazione da parte di ogni studente di un euro per permettere ad un bambino tibetano di continuare gli studi e migliorare le sue condizioni di vita. Il genitore adottivo nel momento dell’adozione riceve una scheda informativa contenente una foto, le informazioni del bambino e della famiglia o della scuola dove risiede, ed il suo indirizzo ( per comunicare attraverso lettere o per andarlo a trovare nel luogo in cui vive). Il contributo necessario per il sostentamento a distanza di un bambino è di 20 € mensili, necessari per lo studio, le eventuali cure mediche e le necessità della famiglia, da versare in un’unica soluzione annuale, semestrale, trimestrale o mensile.

Le donazioni fatte a mezzo banca (assegno, bonifico,ecc) o posta alla nostra Associazione sono deducibili fiscalmente. I privati possono detrarre dalla dichiarazione dei redditi il loro contributo donato all’associazione nella misura del 19% dell’importo elargito per un massimo di 2.065 euro. Le aziende possono detrarre il loro contributo per un massimo del 2% del reddito dichiarato.