Corrispondenza

Adottando un bambino a distanza riceverete spesso letterine dalla sua famiglia o dalla scuola che frequenta, dopo aver ricevuto la conferma dell’adozione, l’associazione si occupa di inviare al bambino l’indirizzo del genitore adottivo. Nasce quindi una corrispondenza diretta attraverso foto, e notizie riguardanti la vostra famiglia e la famiglia del bambino adottato.

La lingua con cui potete scrivere le lettere è l’inglese, l’associazione dispone di due volontarie traduttrici Giulia (giuliettaci@gmail.com) e Valeria (valeriashiwa@hotmail.com) a cui potete inviare lettere in italiano ed inglese da tradurre.

Le condizioni di vita dei bambini adottati sono spesso povere e semplici, quindi sarebbe opportuno inviare al bambino cartoline, lettere e foto, evitando immagini con auto e case lussuose, con persone poco vestite, o in costume da bagno potrebbero provocare turbamento nei bambini, a causa della loro cultura e religione, e creare aspettative. Non inviare mai soldi all’interno delle lettere. E’ possibile mandare piccoli doni e regalini ai bambini adottati a distanza, i pacchi per l’India sono molto costosi e arrivano circa in un mese come le lettere, contattateci sempre prima di spedire qualche oggetto o dono, i pacchi non sempre arrivano e se spedite scarpe inviatene una e poi attendete la conferma che sia stata ricevuta, poi spedite l’altra. Di solito ci rechiamo in India almeno una volta all’anno e se avete dei doni che stanno all’interno di una busta, li porteremo volentieri ai bambini adottati. Verso la fine di Febbraio i tibetani festeggiano il capodanno tibetano (Losar), e gli indiani festeggiano Divali (la festa della luce) è una buona occasione per mandare a loro gli auguri di Buon Losar e Buon Divani.